DECORO, ROSSIN (FI): "POI CI SARÀ ANCHE #AROMAGUIDOIO?'"

Condividi

 

Ieri, in quel dell'Uruguay, l'attore e figlio d'arte Alessandro Gassmann ha lanciato l'iniziativa #Romasonoio esortando i cittadini a prendere ramazza e paletta e ripulire ognuno il suo angolo di città. Iniziativa alla quale il proponente aderirà. Ma da Settembre... Se, da una parte, il richiamo a un maggiore senso civico può essere condiviso, anzi incentivato, dall'altra non mi sento di aderire a quella che ritengo una forzatura. Lo è verso il senso di responsabilità che tutti i cittadini dimostrano versando la tasse sui rifiuti alla quale dovrebbe corrispondere una raccolta efficiente e puntuale.

Lo è verso il diritto dei cittadini, pagato attraverso le tasse, a vedersi tutelati da chi di competenza nel sanzionare colui che trasgredisce le regole del vivere comune: graffitari, imbrattatori, rovistatori vari. Il dato agghiacciante è che Roma non soffre di catastrofi naturali, ma è nel degrado perché chi amministra non sa garantire la normalità: pulizie e igienizzazione delle strade, raccolta dei rifiuti efficace e sistematica, manutenzione ordinaria del verde. Non si può pretendere dai cittadini quello per cui pagano, nemmeno scontando loro in bolletta il servizio prestato. Servono solo più controlli, sanzioni e maggiore efficienza. La normalità, insomma. Ciò che l'attuale amministrazione non riesce a garantire. Altrimenti di questo passo il prossimo gradino sarà chiedere ai cittadini di portare il bus o la metro perché c'è uno sciopero, magari con l'hashtag #aromaguidoio.