COMUNE, ROSSIN (FI) "MOZIONE CONTRO FOLLE CANCELLAZIONE NUMERI ROMANI"

Condividi

La Giunta di Ignazio Marino continua nella sua opera di disfacimento della tradizione storica e culturale della Capitale, e questa volta colpisce i numeri romani che verranno tolti per lasciare spazio a più asettiche trascrizioni alfanumeriche. Non leggeremo più Piazza Pio XI bensì Piazza Pio Undicesimo, non più via Anastasio II bensì Anastasio Secondo. Di certo però non resteremo a guardare, e impediremo che ci venga tolto l'orgoglio della nostra tradizione da un sindaco inadeguato. Per questo ho già predisposto una mozione per tutelare documenti e toponomastica romana da uno scempio dal sapore quasi iconoclasta. 
Una storia di millenni non può essere cancellata in un secondo in nome di una 'semplificazione' costosa in termini di spese da sostenere e che mortifica la romanità, di cui evidentemente il sindaco Marino si vergogna. Ne aveva già dato esempio il primo cittadino con il contestato logo relazionale Rome&You, che non prevedeva l'acronimo Spqr, Senatus populusque romanus, e non contemplando la dicitura 'Capitale' nei documenti ufficiali, emulato dalla presidente della Camera Boldrini nella polemica sulla cancellazione della scritta Dux dall'obelisco del Foro Italico. Questa giunta ottusa pensasse seriamente a risolvere i problemi dei romani, come viabilità e trasporti, e offrire loro servizi efficienti, senza perdere tempo dietro a stupidaggini del genere.