RIFIUTI, ROSSIN "NESSUNA DISCARICA IN XII"






"Non solo non vogliamo una nuova Malagrotta nel XII Municipio dove pare si debba realizzare a breve, ma la rifiutiamo proprio come soluzione a prescindere".Dario Rossin attacca chi proporrebbe l'area a ridosso di  Ardeatina e Laurentina come destinazione finale per una nuova discarica dopo la chiusura di Malgrotta."Altro che politica vecchia e molle sui temi che contano- attacca Rossin - vedrete che se sarà necessario faremo le barricate!".





PONTE VALLI, ROSSIN “FINALMENTE SGOMBERATO INSEDIAMENTO ABUSIVO”


 

“E’ stato finalmente sgomberato il Ponte delle Valli dagli insediamenti abusi che ormai da mesi insistevano sull’area creando grande apprensione tra i cittadini. Il degrado generato dalla baraccopoli, l’assenza di decoro, sicurezza e igiene era diventata insostenibile e gli abitanti del quartiere avevano manifestato in più occasioni le loro proteste per una situazione che non era più tollerabile. Da oggi, si chiude definitivamente una situazione di assoluta illegalità, e inoltre viene ripristinata la recinzione a protezione dei cittadini che rischiavano di scivolare lungo la scarpata dopo le aperture provocate dai nomadi sulla rete stessa per raggiungere più velocemente le loro baracche. Tutto questo è stato possibile grazie alla continua opera di sollecitazione nei confronti delle autorità preposte che finalmente oggi hanno dato seguito alle nostre richieste”.



MARO'; ROSSIN "RICONSEGNA DISONORA BANDIERA E CITTADINI"

"Riconsegnare i marò all'India è il segno di resa di un Paese intero. Un governo che da lupo si è fatto agnello non solo perde di credibilità nei confronti delle altre potenze mondiali, ma disonora la bandiera difesa dai nostri militari e ogni cittadino dotato di amor patrio. L'ultimo smacco alla sovranità da parte dei tecnici ci fa capire come per l'Italia non sia più rinviabile un governo di uomini con la schiena dritta e il tricolore nel cuore. Marò liberi!".

COMUNE, ROSSIN  “SODDISFAZIONE PER APPROVAZIONE MOZIONE PADRI SEPARATI”

“Accolgo con soddisfazione l’approvazione all’unanimità da parte dell’assemblea capitolina della mozione per i padri separati, presentata da La Destra e di cui sono primo proponente e primo firmatario. E’ apprezzabile il senso di responsabilità dei colleghi delle altre forze capitoline presenti in Campidoglio, che hanno ben compreso come di fronte a drammi sociali come quello vissuto dai genitori dopo la separazione, si debba agire abbandonando i campanilismi. Ed è doveroso ringraziare le tante associazioni presenti oggi in Aula Giulio Cesare per il loro sostegno. Era urgente dare un segnale nei confronti di una categoria sociale che rischia di essere emarginata rispetto ai processi di inclusione e agevolazione promossi dalle istituzioni, e sono fiero che una prova in questo senso venga proprio da Roma.  La Capitale si pone così come punto di riferimento importante per le politiche sociali su tutto il territorio nazionale, e sono certo che iniziative di pari livello saranno intraprese anche dalle altre città e regioni d’Italia”.

Follow Us